Banche, da Basilea 3 rischio impatto su ripresa - Sabatini (Abi)

martedì 20 aprile 2010 12:49
 

MILANO, 20 aprile (Reuters) - Un'applicazione troppo rigida delle regole di Basilea 3 è fonte di preoccupazione in quanto potrebbe avere un impatto sulla ripresa economica.

Lo ha detto il direttore generale dell'Abi, Giovanni Sabatini, aggiungendo che relativamente all'ipotesi di una tassa europea sulle banche, questa può essere valutata, ma solamente se volta a finanziare un fondo per contenere i rischi sistemici e nell'ambito di un pacchetto generale di interventi a livello europeo.

"Sicuramente le revisioni delle regole di Basilea sono una fonte di preoccupazione per le banche e per le imprese perché un'applicazione troppo rigida di questi principi potrebbe anche avere un impatto sulla ripresa che al momento appare fragile", ha detto Sabatini a margine del forum Banca e impresa de Il Sole24Ore.

Sull'ipotesi della tassa europea sulle banche, Sabatini ha specificato che bisogna distinguere le finalità dell'eventuale introduzione di questa tassa.

"Una tassazione che vada a finanziare i deficit pubblici non ha alcun senso, se invece stiamo discutendo di un prelievo volto a finanziare un fondo che possa contribuire a contenere rischi sistemici, è un'ipotesi che può essere valutata, ma in questo caso dovrebbe essere un'iniziativa europea nell'ambito di un pacchetto più generale di misure per la risoluzione delle crisi e in particolare delle crisi transfrontaliere", ha detto.

Il direttore generale ha sottolineato inoltre la preoccupazione che nasce dalla "continua sovrapposizione di proposte e misure che non consente di pianificare quale può essere il futuro. C'è pressione sul quadro regolamentare che lascia, nonostante i lavori del Financial Stability Board, ampi margini di incertezza che è negativa".