Istat, reddito famiglie 2009 -2,8%, profitto società -1,8%

giovedì 8 aprile 2010 11:01
 

ROMA, 8 aprile (Reuters) - Nel quarto trimestre del 2009 il reddito disponibile delle famiglie in valori correnti è diminuito del 2,8% rispetto allo stesso periodo del 2008 e dello 0,2% su base congiunturale, mentre la spesa delle famiglie si è ridotta dell'1,9% su base annua e dello 0,1% sul trimestre precedente.

La quota di profitto delle società non finanziarie è calata su anno dell'1,8%, registrando un leggero aumento di 0,4 punti rispetto al terzo trimestre del 2009.

Lo rende noto Istat nella pubblicazione 'Reddito e risparmio delle famiglie e profitti delle società' nel quarto trimestre 2009.

L'istituto di statistica precisa che la rilevazione è effettuata in modo che il dato del quarto trimestre 2009 si riferisca al periodo gennaio 2009-dicembre 2009, ossia all'intero anno 2009, e le variazioni tendenziali siano calcolate rispetto al corrispondente periodo dell'anno precedente; quelle congiunturali sono calcolate rispetto al periodo ottobre 2008-settembre 2009.

Il potere di acquisto delle famiglie è diminuito dello 0,2% rispetto al trimestre precedente e del 2,6% rispetto a quello corrispondente; la propensione al risparmio è rimasta invariata su trimestre al 14% ed è calata dello 0,7% su anno. E' proseguita poi la flessione del tasso di investimento delle famiglie che nel quarto trimestre 2009 si è ridotto di 0,2 punti percentuali rispetto al trimestre precedente e di 0,7 punti su anno.

Il tasso di investimento delle società non finanziarie è calato di 0,4 punti percentuali su trimestre e di 2,6 punti su base annua a causa di una flessione degli investimenti fissi lordi del 15,3% su anno. Il valore aggiunto è calato del 5,4%.