MONETARIO - Cosa succede oggi martedì 6 aprile

martedì 6 aprile 2010 07:40
 

* Al termine del meeting di politica monetaria, la Banca centrale australiana ha deciso di alzare nuovamente il tasso di riferimento di 25 punti base portandolo al 4,25%. Si tratta del quinto rialzo da ottobre scorso a riflesso di una rapida ripresa dell'economia.

* In Giappone il leading indicator di febbraio ha mostrato un rialzo di 1 punto da gennaio, l'indice coincidente è salito di 0,4 punti.

* Il governo greco, secondo l'agenzia di stampa Mnsi, preoccupato delle dure condizioni che il Fmi potrebbe imporre in cambio degli aiuti, vuole modificare l'accordo siglato al summit Ue del mese scorso per evitare il contributo del Fondo, ha detto una fonte governativa ad Atene. Secondo il Financial Time la Grecia vuole raccogliere, con la sua emissione in dollari programmata, dai 5 ai 10 miliardi.

* Ieri il dato Usa sul settore dei servizi ha mostrato in marzo la maggior crescita in quasi quattro anni. Le vendite di case sono inaspettatamente salite in febbraio accrescendo le speranze di una ripresa economica sostenibile e di un aumento dell'occupazione. L'indice Ism per il terziarsio in marzo ha mostrato il terzo rialzo di fila a 55,4 da 53,4. * I Treasury Usa ieri hanno chiuso in calo con il rendimento del benchmark che ha toccato il 4% per la prima volta in 10 mesi dopo la pubblicazioni di dati macro robusti. All'asta di ieri su 8 miliardi di dollari di titoli indicizzati all'inflazione la domanda è stata piuttosto consistente. Il decennale benchmark ha chiuso a 97-2/32 in calo di 12/32 per un rendiemnto del 3,990%. A New Delhi il segretario al Tesoro Usa Thimoty Geithner incontra il ministro delle finanze indiano.

* Il greggio passa di mano sulle piazze asiatiche sopra gli 86 dollari al barile, in lieve calo per il rafforzamento del dollaro dal massimo di 18 mesi toccato ieri sulla scia dei potenti dati Usa. Intorno alle 7,30 il contratto a maggio sul Nymex è in calo di 19 cent a 86,43 dollari, la stessa scadenza sul Brent cede invece 26 cent a 85,62 dollari.

* Dal lato dell'offerta oggi è in agenda l'asta in Austria di 2,2 miliardi di bond scadenza ottobre 2014 e scadenza settembre 2021. Negli Usa invece verrano offerti titoli a tre anni, nel primo collocamento dei tre di questa settimana per un totale di 82 miliardi di dollari.

  Continua...