Usa, dato occupazione forte è ancora possibile - Prakken (Adp)

mercoledì 31 marzo 2010 15:39
 

NEW YORK, 31 marzo (Reuters) - Il dato di venerdì prossimo sugli occupati Usa in marzo potrebbe risultare ancora positivo, nonostante l'indicazione deludente giunta dalla riduzione dei posti di lavoro nel settore privato, contenuta nel rapporto Adp Employer Service.

Lo ha detto Joel Prakken, presidente di Macroeconomic Advisers Llc, la società che elabora congiuntamente ad Adp il rapporto sull'occupazione nel settore privato Usa.

Il dato Adp - spesso considerato come un anticipatore del dato ufficiale - ha mostrato la perdita di altri 23.000 posti di lavoro in marzo a fronte di un incremento previsto di 40.000 unità.

Le aspettative di mercato, per venerdì prossimo, sono attestate su un incremento dei posti di lavoro non agricoli di 190.000 unità in marzo (dopo la flessione di 36.000 posti in febbraio) e su un tasso di disoccupazione stabile al 9,7%.

"Il consensus attuale per venerdì è ancora ragionevole" ha affermato Prakken, secondo cui le aziende stanno ancora aspettando prove più concrete di ripresa prima di tornare ad assumere, ma è possibile aspettarsi che l'incremento mensile di posti di lavoro raggiunga quota 100.000-200.000 unità entro quest'anno.

"Il dato Adp è un po' una doccia fredda per noi che speravamo in un incremento dei posti di lavoro in marzo" aveva commentato l'economista di Lpl FInancial John Canally. "C'è delusione, molti speravano che finalmente marzo potesse essere il mese della svolta".