Zona euro, salgono inflazione e tasso di disoccupazione

mercoledì 31 marzo 2010 11:44
 

31 marzo (Reuters) - L'inflazione nella zona euro è risultata molto superiore alle attese in marzo, mentre il tasso di disoccupazione ha raggiunto, in febbraio, quota 10%, sottolineando ancora la fragilità della ripresa economica della regione.

Secondo i dati Eurostat il tasso di inflazione nei 16 paesi che condividono la moneta unica è risultato dell'1,5% su base tendenziale, contro lo 0,9% di febbraio. Le previsioni erano per un tasso all'1,1%.

"I numeri sulla disoccupazione confermano la ripresa di un trend negativo dopo tre mesi di stabilizzazione" afferma l'economista di Citigroup Juergen Michels. "Credo ci saranno ulteriori incrementi, non siamo ancora ai massimi, anche se probabilmente non vi siamo troppo lontani. Probabilmente un altro mezzo punto di disoccupazione ci sta".

Riguardo al dato sull'inflazione, secondo Jennifer McKeown di Capital Economics, "l'incremento va attribuito soprattutto agli effetti dei prezzi energetici, ma dovrebbe essere di breve durata".

"Se i prezzi petroliferi torneranno in giù, come crediamo, nei prossimi mesi, l'effetto si sentirà presto anche sull'inflazione headline", prosegue l'economista. "D'altra parte a tenere schiacciata l'inflazione ci penserà anche la capacità produttiva inutilizzata che ancora c'è nell'economia".