Cina,CPI febbraio sale oltre attese,forte produzione industriale

giovedì 11 marzo 2010 08:33
 

PECHINO, 11 marzo (Reuters) - L'inflazione in Cina è salita oltre le attese a febbraio, mentre la produzione industriale e le vendite al dettaglio dei primi due mesi dell'anno hanno mostrato che il 2010 è iniziato a passo di marcia.

Giunti dopo dati su export e import migliori del previsto, questi numeri rafforzano l'ipotesi di nuove strette monetarie anche se i dati della banca centrale hanno mostrato un forte rallentamento della crescita del credito a febbraio.

I prezzi al consumo a febbraio sono saliti del 2,7% su anno, sui massimi da 16 mesi, contro attese di +2,3% e dal +1,5% di gennaio; i prezzi alla produzione sono aumentati del 5,4% contro una previsione di consensus di +5,2% e dal +4,3% del mese precedente.

La produzione industriale nei mesi di gennaio e febbraio è cresciuta del 20,7% su anno e le vendite al dettaglio sono salite del 17,9%; gli analisti si aspettavano rispettivamente un incremento del 19,5% e del 18%.

Il ministro al Commercio cinese Chen Deming ha detto che l'inflazione è il principale motivo di preoccupazione per l'anno in corso, a causa dei prezzi delle materie prime importate, mentre il numero uno della banca centrale Zhou Xiaochuan ha dichiarato che l'inflazione di febbraio è in linea con le attese. Il governo ha per l'inflazione un target del 3% per il 2010.