Giappone, governo chiede a BoJ maggiore impegno anti-deflazione

venerdì 26 febbraio 2010 10:59
 

TOKYO, 26 febbraio (Reuters) - Da alcuni componenti del governo giapponese arriva la richiesta alla banca centrale (BoJ) di ulteriori misure di espansione monetaria. Anche se l'adozione di un rigido target inflattivo potrebbe non essere il modo migliore per portare il Giappone fuori dalla deflazione. Lo ha detto uno dei viceministri delle Finanze di Tokyo.

"Ci sono alcune persone all'interno del governo che sperano che la Banca del Giappone allenti ulteriormente il cordone monetario" ha affermato Naoki Minezaki, viceministro senior delle Finanze.

"Personalmente mi chiedo però se l'adozione di un target d'inflazione sarebbe efficace per risollevare i prezzi in una fase di deflazione per l'economia".

Il ministro delle Finanze Naoto Kan aveva dichiarato all'inizio di febbraio di vedere di buon occhio un'inflazione attorno all'1%, senza però specificare se si stava riferendo ad un target inflattivo.

Le dichiarazioni di Kan furono interpretate nella direzione di un aumento delle pressioni del governo sulla banca centrale per ulteriori misure di stimolo all'economia.