PUNTO 1 - Italia esce da crisi con crescita a minimi Ue - Draghi

sabato 13 febbraio 2010 15:33
 

(Riscrive, aggiunge dettagli da intervento del governatore)

di Alberto Sisto

NAPOLI, 13 febbraio (Reuters) - L'Italia ha resistito meglio di altri paesi all'impatto della crisi ma ne sta uscendo con una ingente perdita di produzione e reddito e con un tasso di crescita ai minimi europei.

Lo ha detto il governatore di Bankitalia Mario Draghi nel suo intervento al sedicesimo congresso Aiaf Assiom Forex aggiungendo che è necessario fare subito le riforme strutturali che possano garantire crescità e stabilità finanziaria.

"Stiamo ora uscendo dalla crisi con un tasso di crescita basso, ai minimi europei", ha detto il governatore.

Draghi sottolinea poi che avere invece una crescita sostenuta è la base "per la stabilità finanziaria in un Paese ad elevato debito pubblico come l'Italia".

Dopo la caduta del Pil nel 2009 di quasi il 5%, Draghi prevede "un recupero lento, con ampie incertezze legate in particolare agli andamenti del ciclo internazionale e alle condizioni del mercato del lavoro".

Per Draghi "finché la flessione dell'occupazione non s'inverte permane il rischio di ripercussioni sui consumi, quindi sul prodotto".   Continua...