MONETARIO - Cosa succede oggi lunedì 8 febbraio

lunedì 8 febbraio 2010 07:46
 

* Nel fine settimana il G7 finanziario di Iquluit, in Canada, ha tentato di rassicurare i mercati sui conti pubblici della Grecia, affermando che è tutto sotto controllo e che non c'è bisogno di un intervento del Fondo monetario internazionale. Un accordo è stato raggiunto anche sulle banche che in futuro, se necessario, dovranno pagare per i salvataggi.

* Le partite correnti giapponesi evidenziano a dicembre un avanzo di 900,8 miliardi di yen, al di sotto del consensus. L'aumento è stato del 452,8% rispetto al dicembre 2008, grazie a una ripresa delle esportazioni guidata dalla domanda asiatica. Le attese indicavano un rialzo del 520,1%.

* L'economia indiana dovrebbe crescere nel 2009/2010 del 7,2%, ha detto questa mattina il governo del paese rafforzando le possibilità di un vicino ritiro delle misure di stimolo.

* Per Geithner il rischio che l'economia americana torni in recessione è minore rispetto all'anno scorso, ma la ripresa sarà lenta. Il segretario del Tesoro, in un'intervista di ieri, ha negato che l'indebitamento del paese possa mettere in pericolo il rating 'AAA'.

* Il greggio Usa passa di mano sulle piazze asiatiche a circa 71,4 dollari al barile riprendendosi dalle perdite della settimana scorsa, ma ancora debole a causa delle persistenti preoccupazioni sullo stato della ripresa. Intorno alle 7,40 il contratto a marzo sul Nymex sale di 41 cent a 71,48 dollari, l'analoga scadenza sul Brent di 37 cent a 69,96.