Spagna, tasso disoccupazione a massimi da 12 anni in trim4 2009

venerdì 29 gennaio 2010 13:27
 

MADRID, 29 gennaio (Reuters) - Il tasso di disoccupazione spagnolo ha toccato i massimi da 12 anni al 18,8% nel quarto trimestre del 2009 ed è visto salire ancora quest'anno a seguito del venire meno di miliardi di euro di finanziamenti per fronteggiare la crisi.

Il dato, reso noto dall'ufficio di statistica, è in crescita dal 17,9% registrato nel terzo trimestre e rispetto anche al 18,5% atteso dagli economisti, secondo un sondaggio Reuters.

Circa mezzo milione di lavoratori nel settore delle costruzioni è stati assunto dal governo nella seconda metà del 2009, pagato con il fondo di stimolo per fronteggiare gli effetti del collasso dell'industria delle costruzioni.

Il piano è stata la risposta del governo alla crisi dopo dieci anni di boom economico grazie al credito a buon mercato e al boom del settore immobiliare.

"La Spagna si trova in un periodo di particolare difficoltà, ma il governo non ha scelta se vuole continuare a vendere il proprio debito e a non cadere nella stessa trappola in cui è caduta la Grecia", dice un economista di 4Cast.

Il governo annuncerà oggi un piano di austerità che punta a tagliare il deficit - visto oltre il 10% del Pil nel 2009 e nel 2010 - al 3% del Pil nel 2013 in linea con quanto previsto dalla Ue.

"Il piano non risolverà il problema della disoccupazione, ma consentirà al governo di recuperare un po' di fiducia".