PUNTO 1 - Cina prosegue stretta monetaria, alza tasso bond 1anno

martedì 19 gennaio 2010 11:22
 

(Aggiunge dettagli)

SHANGHAI, 19 gennaio (Reuters) - La banca centrale cinese ha segnalato oggi con un'operazione di mercato aperto che la stretta quantitativa prosegue, ma che ambisce a spostare il drenaggio di fondi verso scadenze a più lungo termine per tenere sotto controllo la crescita dei prestiti e combattere l'inflazione.

La Banca centrale cinese ha posto in asta 24 miliardi di yuan di scadenze a un anno con un rendimento a 1,9264%, hanno detto i trader, al di sopra delle previsioni di mercato di 1,84-1,89% e in rialzo di 8 punti base rispetto al livello della scorsa settimana.

La Cina ha scosso i mercati finanziari muovendosi più rapidamente di quanto atteso per stringere il suo controllo sulla liquidità in concomitanza a una forte ripresa e a un rialzo dei prezzi che minacciano di surriscaldare la terza economia mondiale.

Alcuni trader avevano precedentemente pensato che l'istituto centrale cinese potesse fare una pausa nella sua campagna di stretta monetaria dopo aver inaspettatamente venduto i titoli a un anno al tasso di 1,3684% giovedì scorso, invariato dalla settimana precedente.

Ma i trader hanno detto che il risultato dell'asta a un anno ha mostrato che la banca centrale vuole aumentare l'attrattività dei titoli a un anno, bloccando efficacemente fondi per un periodo più lungo rispetto ai trimestrali e alle operazioni di riacquisto bond a breve termine.