Grecia, rating "junk" in caso di uscita da euro - S&P

giovedì 14 gennaio 2010 12:13
 

FRANCOFORTE, 14 gennaio (Reuters) - Se la Grecia dovesse uscire dall'euro, il rating sovrano del Paese scenderebbe immediatamente a "junk". Lo afferma l'agenzia Standard & Poor's.

In un articolo scritto per un quotidiano, il managing director di S&P Moritz Kramer dice di ritenere che nessun Paese lascerà l'euro e che i costi di una simile mossa sarebbero superiori ai benefici. Ma, ha aggiunto che, se ciò dovesse capitare alla Grecia, il suo rating verrebbe di nuovo tagliato.

Tutte le maggiori agenzie hanno recentemente ridotto il rating della Grecia. Quello assegnato da S&P è attualmente al livello BBB+, ancora all'interno del cosiddetto investment grade.

"Secondo le simulazioni di S&P in caso di uscita dall'euro il rating greco potrebbe scendere di circa quattro livelli, quindi all'interno dell'area speculativa (BB+ o sotto)" ha scritto Kramer su Boersen-Zeitung.

Se a uscire dalla valuta unica fossero Italia, Spagna o Portogallo i rispettivi rating potrebbero essere ridotti di due o tre livelli, aggiunge Kramer, che precisa: "queste simulazioni non tengono conto di eventuali gravi crisi politiche" che potrebbero successivamente svilupparsi.

Secondo Kramer, se un Paese che abbandona l'euro dovesse rinominare il suo debito pubblico nella nuova valuta nazionale, la situazione sarebbe ancora peggiore, aumentando le probabilità di default.