Usa, con misure stimolo salvati 2 mln posti, ora tassa Tarp

mercoledì 13 gennaio 2010 08:39
 

WASHINGTON, 13 gennaio (Reuters) - Doppia notizia dagli Stati Uniti: il presidente Barack Obama annuncerà giovedì il suo progetto di tassazione delle società finanziarie destinato a compensare le perdite legate ai salvataggi bancari, dice una fonte. La Casa Bianca ha poi fatto sapere che le misure straordinarie di spesa messe in campo l'anno scorso hanno salvato fino a due milioni di posti di lavoro, sebbene le prospettive economiche restino incerte.

Per quanto riguarda il progetto di tassare le banche, il Tesoro dovrebbe ricavare non oltre 120 miliardi di dollari, una cifra pari alla parte più alta delle stime conservative sul costo del 'Troubled Asset Relief Program' (Tarp).

I funzionari del Tesoro si aspettano che le eventuali perdite del Tarp siano molto più contenute. Nel tempo quindi questa tassa aiuterà a ripagare ogni costo del salvataggio da 700 miliardi di dollari sulle spalle dei contribuenti a stelle e strisce.

La proposta di tassare il Tarp era nell'aria sin da agosto. Case automobilistiche e la società di assicurazioni American International Group (AIG.N: Quotazione) potrebbero però essere esentate dalla tassa, nonostante abbiano provocato gran parte delle perdite.

Sul fronte dell'occupazione Obama, ansioso di ridurre la disoccupazione a due cifre che ha minato la sua popolarità, sta da tempo esortando per nuove misure statali, in aggiunta al pacchetto di stimolo del febbraio scorso da 787 miliardi, per aumentare i posti di lavoro. Lo ha affermato Christina Romer, a capo della Commissione dei consiglieri economici di Obama, aggiungendo che, a partire dalla primavera, ci dovrebbe essere la creazione di nuovi posti di lavoro.