Grecia anticipa taglio deficit sotto 3% Pil al 2012 - minFinanze

martedì 5 gennaio 2010 13:26
 

ATENE, 5 gennaio (Reuters) - La Grecia ridurrà il proprio deficit, attualmente in doppia cifra, fino alla soglia del 3% del Pil entro il 2012, un anno prima rispetto a quanto precedentemente annunciato. Lo ha detto il Ministro delle finanze greco.

"Il Primo ministro ha chiesto che il risanamento sia affrontato al più presto e che il rientro del deficit avvenga in tre anni" ha dichiarato George Papaconstantinou, al termine di un consiglio dei ministri dedicato ai temi economici.

Atene deve presentare il programma di stabilità alle autorità europee entro la fine di gennaio. Intanto, secondo il responsabile della Pdma, l'agenzia nazionale del debito, arriveranno già questo mese le prime aste di governativi greci del 2009. Saranno le prime di un programma complessivo di emissioni da 53/54 miliardi di euro, con un ammontare in calo rispetto ai 66 miliardi del 2009.

"Ci saranno aste di titoli del Tesoro in gennaio, molto probabilmente la prossima settimana" ha detto il numero uno della Pdma Spyros Papanicolaou a Reuters.

Entro la fine di gennaio giungeranno a scadenza titoli greci a 13, 26 e 52 settimane per un totale di circa 4,27 miliardi.

Oggi il differenziale di rendimento tra titoli di Stato greci e tedeschi a dieci anni si è ristretto fino 217 punti base (-15 pb rispetto a ieri), il livello più basso dalla metà di dicembre.