30 dicembre 2009 / 06:38 / 8 anni fa

MONETARIO - Cosa succede oggi mercoledì 30 dicembre

(Aggiunge indiscrezione su aumenti tariffe autostradali)

* Il Sole 24ore stamane dice che ieri i ministeri delle Infrastrutture e dell'Economa hanno firmato un decreto che prevede aumenti autostradali a partire dalla mezzanotte di domani. Il rialzo è indicato del 2,4% per Autostrade per l'Italia, lo stesso rialzo dell'anno scorso. La comunicazione ufficiale è attesa oggi.

* Sul fonte macroeconomico, il mercato aspetta il dato relativo ai prezzi alla produzione italiani di novembre. Le attese sono di un rialzo congiunturale dello 0,1% e di una contrazione tendenziale del 3,6%, dal precedente dato mensile invariato e dalla contrazione annua del 5,3%.

* Atteso sul mercato obbligazionario il collocamento di oggi. Il Tesoro offrirà in asta il nuovo Btp a 3 anni per un ammontare compreso fra 3,5-4,5 mld, il Btp a 10 anni per 2,5-3,5 mld, e il Cct per 1,5-2,5 mld.

* In Giappone il Pmi manifatturiero di dicembre è cresciuto per la prima volta in tre mesi indicando che la crescita della produzione continuerà grazie alla domanda da altri paesi asiatici. L'indice si è attestato a 53,8 da 52,3 di novembre.

* Il governo giapponese ha detto che intende puntare a una crescita del Pil oltre il 2% in media nei prossimi 10 anni, creando nuova domanda nei settori dell'ambiante, salute e turismo e riducendo la disoccupazione a 3,0-3,9% nel medio termine.

* Il greggio sul finire della seduta asiatica resta nei pressi dei 79 dollari. A far trovare l'equilibrio alle quotazioni ci sono da una parte il rialzo a sorpresa delle scorte Usa rese note ieri dall'Api e della forza del dollaro, dall'altra l'attesa di un inverno freddo e del rilancio dell'economia. Attorno alle ore 7,30 italiane il futures a febbario sul greggio Usaa è a 78,93 dollari il barile in rialzo di 6 centesimi, mentre lo stesso contratto sul Brent è a 77,83 dollari in rialzo di 19 centesimi.

* I Treasury Usa ieri hanno chiuso in rialzo dopo che l'asta sui titoli a 5 anni da 42 mld di dollari è andata meglio delle attese. Si tratta della seconda delle tre aste della settimana per un totale di 118 mld di dollari. A guidare il rally sono state le scadenze più lunghe. Il decennale benchmark ha chiuso a 96-14/32 in rialzo di 10/32 per un rendiemnto del 3,811%.

* In un'intervista al Corriere di oggi, l'ex ministro delle finanze, ora vice presidente di Morgan Stanley, Domenico Siniscalco sottolinea che la maggiore preoccupazione per il futuro è che "i debiti [pubblici, lievitati per dar sostegno durante la crisi] si avvitino in una spirale, per via di una scarsa crescita e dei tassi di interesse quando inizieranno a salire". Quanto all'Italia - aggiunge -- pensare di "rilanciare l'economia con il deficit è infantile, quel che conta è preservare l'apparato produttivo in questo terremoto".

DATI MACROECONOMICI

ITALIA

* Istat, prezzi alla produzione novembre (10,00) - attesa m/m 0,1%; a/a -3,6%

* Istat,lavoro e retribuzioni grandi imprese ottobre (11,00)

ZONA EURO

* M3 novembre (10,00) - attesa 0,3%

* Prestiti a privati novembre (10,00) - attesa -1,0%

USA

* Manifatturiero Chicago dicembre (15,45) - attesa 55,0

* Scorte Usa settimana prodotti petroliferi (16,30)

ASTE DI TITOLI DI STATO ITALIA

* Tesoro, asta 3,5-4,5 mld nuovo Btp 15/12/2012, cedola

2%; riapertura in asta 2,5-3,5 mld settima tranche

Btp 01/03/2020, cedola 4,25%; 1,5-2,5 mld nona

tranche Cct 01/07/2016

USA

* Tesoro, asta Titoli di Stato a 7 anni (19,00).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below