16 dicembre 2009 / 15:56 / tra 8 anni

Grecia, problema è deficit fiducia - ministro Finanze a Rtv

LONDRA, 16 dicembre (Reuters) - Per il ministro delle Finanze greco George Papaconstantinou il problema di Atene è quello della mancanza di fiducia da parte degli investitori ed è compito del governo affrontare le problematiche di bilancio invece di contare sull‘aiuto degli altri paesi euro.

In un‘intervista a Reuters Television il titolare alle Finanze definisce però “eccessivo” paragonare la situazione della Grecia a quella di Dubai World, la holding pubblica dell‘emirato arabo soffocata dai debiti.

“Soffriamo di un deficit di fiducia che dobbiamo affrontare e lo stiamo facendo con una finanziaria che riduce il disavanzo di 4 punti percentuali” spiega.

Papaconstantinou annuncia che Atene cercherà il mese prossimo di finanziarsi sul mercato per circa il 10% delle complessive esigenze della raccolta 2010, pari a circa 52-53 miliardi, mentre fino al 25% verrà raccolto durante il primo trimestre.

Possibile anche, sempre secondo il ministro, un‘offerta di titoli di Stato in valuta Usa o giapponese.

Nel corso del 2009 la Grecia ha emesso titoli di Stato per oltre 60 miliardi di euro, perfezionata oggi con un collocamento privato da due miliardi di titoli a tasso variabile a scadenza cinque anni.

Il differenziale di rendimento Grecia/Germania si mantiene nel tardo pomeriggio in area 233 punti base, 20 centesimi sotto i livelli di ieri.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below