Usa, prezzi import luglio in calo -0,7% a causa del petrolio

giovedì 13 agosto 2009 14:54
 

WASHINTON, 13 agosto (Reuters) - I prezzi all'importazione negli Stati Uniti scendono dello 0,7% in luglio, segnando la prima flessione da sei mesi a questa parte. Secondo il Dipartimento del lavoro, il calo è dovuto soprattutto alla discesa dei prezzi del petrolio.

Gli analisti sentiti da Reuters si aspettavano un calo dello 0,4% dopo una crescita del 2,6% in giugno, rivista da +3,2%.

Nel complesso, i prezzi all'importazione segnano il più grande calo annuale dall'introduzione dell'indice nel 1982, scivolando del 19,3% rispetto a luglio dello scorso anno.

I prezzi all'importazione del petrolio sono scesi del 2,8% in luglio, prima flessione da gennaio. Nonostante un balzo del 66,6% tra febbraio e giugno, i prezzi all'importazione del petrolio sono scesi complessivamente del 49,9% rispetto all'anno scorso.

I prezzi all'importazione escluso il petrolio scendono del 7,3% rispetto allo stesso periodo del 2008, facendo segnare il maggior calo annuale dall'introduzione dell'indice nel 1985.

A luglio i prezzi export sono scesi dello 0,3% su mese (consensus +0,4%).