Usa, record di sfratti per insolvenza a luglio - RealtyTrac

giovedì 13 agosto 2009 12:02
 

NEW YORK, 13 agosto (Reuters) - A luglio i prestiti per la casa negli Stati Uniti hanno segnato il record di insolvenze, nonostante i provvedimenti in essere a livello federale e statale per evitare il peggioramento della crisi immobiliare.

Nel mese scorso le notifiche di sfratto sono state 360.000, il livello più alto raggiunto da quando RealtyTrac, leader globale fra i mercati online per le proprietà immobiliari oggetto di sfratto, ha cominciato a monitorare questi numeri nel gennaio 2005.

Si tratta di un aumento del 7% rispetto a giugno e del 32% rispetto al luglio 2008.

"Nonostante i continui sforzi del governo federale e di quelli statali per mettere insieme una rete di sicurezza per i proprietari di case in difficoltà, vediamo una crescita significativa sia nelle notifiche di sfratto che nei ripossessamenti da parte delle banche", osserva James Saccacio, chief executive di RealtyTrac.

Nei primi sette mesi dell'anno si sono verificati 2,3 milioni fra notifiche di sfratto, aste e nuove proprietà.

La difficoltà nel pagamento dei presiti per la casa da parte delle famiglie americane sembra correlata alla crescente disoccupazione, che ha toccato il 9,4% e secondo il presidente Obama arriverà a superare il 10%.

I piani del governo per aiutare gli acquirenti di case hanno effetto soprattutto sulle condizioni dei prestiti per i contraenti e dispiegheranno i loro effetti solo con il passare del tempo.