Alitalia, sì a rilancio azienda ma no taglio salari-Angeletti

venerdì 12 settembre 2008 12:55
 

ROMA, 12 settembre (Reuters) - Il sindacato è consapevole che per risanare Alitalia AZPIa.MI saranno necessari esuberi e un aumento della produttività della compagnia, ma non intende accettare una riduzione dei salari per i dipendenti.

Lo ha detto il segretario generale della Uil Luigi Angeletti ribadendo la posizione dell'organizzazione dei lavoratori sulla crisi del vettore nazionale dopo che stamani la Cai ha interrotto le trattative con i sindacati e la due diligence avviata in Alitalia con l'obiettivo di rilevare gli asset in bonis della compagnia aerea.

"La nostra posizione è sempre la stessa: vogliamo cercare di fare un accordo che rilanci Alitalia. Sappiamo che ci saranno degli esuberi e un aumento del carico di lavoro, ma non vediamo perchè si debba accettare una riduzione dei salari", ha detto Angeletti parlando a margine della riunione sulla riforma contrattuale che si sta svolgendo in Confindustria.

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Alitalia, sì a rilancio azienda ma no taglio salari-Angeletti | Notizie | Macroeconomia | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    21,318.58
    -1.15%
  • FTSE Italia All-Share Index
    23,531.66
    -1.01%
  • Euronext 100
    1,024.55
    -0.15%