PUNTO 3 - Pil Italia, tengono consumi trim3, male export

mercoledì 10 dicembre 2008 18:22
 

(aggiunge previsioni Confindustria in quinto paragrafo e ottavo paragrafo)

di Valentina Za e Giuseppe Fonte

MILANO, 10 dicembre (Reuters) - L'economia italiana è in recessione e, se il rallentamento dell'inflazione evita una caduta dei consumi, la debolezza della domanda mondiale frena l'export, deprimendo gli investimenti delle imprese.

Questa la fotografia scattata dai dati definitivi sul terzo trimestre diffusi oggi da Istat, che ha confermato una contrazione del prodotto interno lordo dello 0,5% tra luglio e settembre sui tre mesi precedenti.

Sommato alla caduta dello 0,4% registrata in aprile-giugno, il secondo trimestre consecutivo di crescita negativa per la terza economia dell'euro sancisce uno stato di recessione tecnica destinato con ogni probabilità a protrarsi.

"Mi aspetto un quarto trimestre peggiore del terzo", afferma a questo punto Luigi Speranza di Bnp Paribas.

In base ai calcoli di Confindustria il Pil si contrarrà dello 0,8% negli ultimi tre mesi dell'anno.

A fine settembre il Pil acquisito per l'anno in corso è di -0,3%, secondo Istat. La prevista contrazione del Pil nell'ultimo trimestre è destinata quindi a peggiorare ulteriormente la media d'anno.   Continua...