Pil, Confcommercio teme recessione, crisi consumi peserà su 2009

mercoledì 10 settembre 2008 15:54
 

ROMA, 10 settembre (Reuters) - I dati sul Pil diffusi oggi da Istat mostrano come in Italia il rischio di una recessione economica sia sempre più concreto e come la contrazione dei consumi, che prosegue da tre trimestri, avrà un effetto di trascinamento sul 2009.

Lo rende noto un comunicato di Confcommercio dopo i dati Istat di oggi che hanno mostrato nel secondo trimestre 2008 una contrazione del Pil dello 0,1% su anno e dello 0,3% su trimestre.

"La flessione odierna conferma il rischio, sempre più concreto, di una vera e propria recessione per il nostro Paese, condizione nella quale già si trovano, peraltro, i consumi delle famiglie italiane che sono in contrazione per il terzo trimestre consecutivo", si legge nella nota.

"È quindi prevedibile che, in assenza di misure di rilancio della domanda interna attraverso un'azione di recupero del reddito disponibile delle famiglie, la crisi dei consumi è destinata ad influenzare anche le dinamiche economiche del 2009", conclude Confcommercio.