Materie prime, indice Confindustria agosto sale dell'8,36%

giovedì 10 settembre 2009 14:06
 

MILANO, 10 settembre (Reuters) - L'indice generale ponderato dei prezzi delle materie prime in euro è avanzato in agosto dell'8,36% a 326,3 dal 301,07 di luglio. Lo dicono le rilevazioni mensili dell'ufficio studi di Confindustria.

Continua quindi il recupero dei prezzi dopo il calo registrato a fine 2008, confermando le dichiarazioni rassicuranti di diverse autorità europee e italiane sull'inconsistenza dei timori deflazionistici.

Ancora una volta sull'indice generale influisce l'aumento del 10% dei prezzi dei combustibili - che pesano per il 55,1% - a 436,31 dal 396,1 di luglio: tra questi spicca il petrolio, +10,7%, seguito da gasolio (+4,3%) e benzina (+3%).

Deciso rialzo anche per i metalli - un comparto che pesa per il 10% - con +10,9% a 280,54 da 252,9 di luglio.

L'indice al netto dei combustibili (44,9% sul totale), registra invece un aumento più contenuto del 3,7% circa a 191,28 da 184,46, mentre l'indice degli alimentari, che pesa per il 19,7%, è sceso dello 0,31% a 100,45 da 100,77.

Tra i rialzi del comparto alimentare spiccano ad agosto zucchero (+18,67%) e bevande (+11,53%).

In aumento anche l'indice relativo a tutti i comparti non alimentari (esclusi i combustibili), che pesa per il 25,2%, salito del 4,9% a 262,29 dal precedente 249,88.

Sia la ponderazione che la base 100 dell'indice si rifanno al 1977.