Italia non rassegnata a crescita potenziale 0,2% - Marcegaglia

mercoledì 9 settembre 2009 13:39
 

ROMA, 9 settembre (Reuters) - L'Italia non può rassegnarsi a una crescita potenziale dello 0,2% che la condanna a un vero impoverimento. Lo ha detto Emma Marcegaglia, presidente di Confindustria nel suo intervento conclusivo al convegno dell'associazione degli industriali in cui sono state aggiornate le stime di crescita del Paese.

"Dai dati del ministero dell'Economia si vede che la crescita potenziale dell'Italia è dello 0,2% per alcuni anni e dello 0,8% nel 2013. Non possiamo rassegnarci a potenziali di crescita di questo tipo, un depauperamento vero del Paese", ha detto la Marcegaglia.

"Non siamo condannati a questo. Quello che ci interessa è che l'Italia abbia la capacità di cambiare le cose che non vanno bene", ha aggiunto auspicando la ripresa di una stagione di riforme strutturali.

"C'è una grande maggioranza che vuole bene a questo Paese e noi siamo tra questi".