PUNTO 1-Germania, continuano rischi inflazione dopo primi dati

martedì 29 luglio 2008 09:22
 

(riscrive aggiungendo dato pubblicato ieri Nord-Reno Wesfalia, previsioni analisti, background)

BERLINO, 29 luglio (Reuters) - Le pressioni inflative in Germania sono state probabilmente superiori alle attese in luglio stando ai dati diffusi dai primi due Stati sui sei che partecipano alla stima nazionale.

Ieri il Nord-Reno Westfalia ha comunicato che nel land i prezzi hanno accelerato in luglio di 0,3 punti percentuali salendo al 3,3% su anno, mentre il dato relativo alla Sassonia questa mattina ha mostrato un rialzo di 0,2 punti percentuali al 3,6% tendenziale.

Gli economisti interpellati da Reuters si aspettano per il dato nazionale una flessione dell'indice Cpi al 3,2% in luglio dal 3,3% del mese precedente. La Germania ha un peso pari a circa un terzo dell'indice complessivo dei prezzi nella zona euro, dove l'attesa è per un'accelerazione dell'inflazione al nuovo record di 4,1% da 4,0% di giugno.

I dati dei primi due Stati tedeschi mostrano che i prezzi di gas e petrolio hanno contribuito all'inflazione energetica in luglio, dopo che in giugno l'indice generale aveva toccato il proprio massimo da quasi 15 anni in Germania.