PUNTO 1 - Italia, calo produzione maggio mette a rischio crescita trimestre

lunedì 11 luglio 2016 13:35
 

(Riscrive con commenti)

MILANO/ROMA, 11 luglio (Reuters) - L'Italia si unisce a Germania e Francia nel registrare un calo della produzione industriale a maggio, con gli economisti che vedono in questo andamento parallelo l'effetto della debole performance del commercio internazionale.

Nel mese di maggio l'indice destagionalizzato della produzione ha segnato un calo dello 0,6% sul mese precedente.

Il ribasso, che fa seguito all'aumento congiunturale di aprile (rivisto a +0,4% da +0,5%), mette a rischio l'andamento positivo della produzione nel secondo trimestre dopo il +0,7% registrato nel periodo gennaio/marzo.

"Dopo il dato odierno l'andamento trimestrale della produzione può ancora essere leggermente positivo. Ma a questo punto potrebbe anche essere nullo o negativo. Il dato di giugno poi risentirà negativamente del ponte di inizio mese", commenta Loredana Federico, economista di Unicredit.

Per il Pil la stima dell'ufficio studi della banca per il secondo trimestre si attesta a +0,2%.

L'Italia sembra dunque avvicinarsi con una crescita modesta al secondo semestre in cui si evidenzieranno gli effetti della Brexit sull'economia reale.

La settimana scorsa Istat (che già a maggio aveva rivisto al ribasso la stima del Pil per il 2016, a +1,1% dal precedente +1,4%) ha segnalato un'ulteriore decelerazione della crescita, precisando che non sono ancora stati quantificati gli effetti del voto britannico del 23 giugno.

  Continua...