Fed conferma tassi, vede ancora due rialzi in 2016

mercoledì 15 giugno 2016 20:12
 

WASHINGTON, 15 giugno (Reuters) - In linea alle attese di mercato ed analisti, il comitato di politica monetaria di Federal Reserve ha confermato i tassi di riferimento statunitensi.

La banca centrale Usa ha inoltre segnalato di avere in programma ancora due rialzi del costo del denaro nel corso del 2016, dicendo che il mercato del lavoro dovrebbe rafforzarsi dopo il recente rallentamento.

Nel comunicato che accompagna l'annuncio della decisione, la Fed ha tuttavia rivisto al ribasso le stime di crescita per il 2016 e per il 2017 indicando che sarà meno aggressiva nella stretta monetaria dopo la fine di quest'anno.

Nessuna indicazione delle tempistiche dei rialzi anche se le proiezioni lasciano la porta aperta ad una stretta il mese prossimo.

Le nuove proiezioni della banca centrale puntano ad una crescita del Pil di solo il 2%, leggermente meno della stima diffusa in occasione del meeting di marzo.

Ampiamente anticipata dagli operatori, la decisione di lasciare fermi i tassi sembra da mettersi in relazione al recente deterioramento del mercato del lavoro evidenziato dagli occupati di maggio in parallelo al clima di nervosismo che domina tra gli investitori a poco più di una settimana dal referendum britannico sulla permanenza nell'Unione europea.

L'obiettivo per i Fed Fund resta dunque a 0,25%-0,50%, livello raggiunto a metà dicembre quando l'istituto centrale ha alzato il costo del denaro di un quarto di punto, operando la prima stretta dopo circa un decennio.

Pubblicato giovedì della scorsa settimana, l'ultimo sondaggio Reuters condotto interpellando i cosiddetti 'Fed Watcher' indicava una chance del tutto trascurabile (5%) di una mossa odierna, probabilità che sale a 40% nel caso di luglio e 65% in quello di settembre, livelli da confrontare rispettivamente con 18%, 40% e 60% del precedente sondaggio.

La mediana delle attese dei mercati finanziari converge dunque attualmente su una stretta da un quarto di punto nel terzo trimestre, che porterebbe i Fed Fund a 0,50-0,75%.   Continua...