Italia, resta alto rischio deflazione - Confindustria

mercoledì 16 dicembre 2015 11:49
 

ROMA, 16 dicembre (Reuters) - Resta alto per l'Italia il rischio di deflazione secondo Confindustria, che stima i prezzi al consumo a +0,1% per il 2015.

Il Centro studi di Confindustria (Csc) stima negli Scenari economici che l'inflazione salirà allo 0,5% nel 2016 e allo 0,9% l'anno seguente.

"Il rischio di deflazione resta molto alto. Nello scenario Csc, come già a settembre, viene escluso il suo materializzarsi grazie alla ripartenza dell'economia e all'euro debole. Tuttavia la debolezza della domanda interna, la caduta delle quotazioni delle materie prime, l'elevata concorrenza internazionale e i rapidi sviluppi tecnologici manterranno gli incrementi dei prezzi su ritmi estremamente contenuti, quasi nulli".

(Antonella Cinelli)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia