RPT-Evasione, se dimezzata +3,1% Pil e aumento 335.000 occupati -Csc

mercoledì 16 dicembre 2015 10:45
 

(Corregge refuso nel titolo)

ROMA, 16 dicembre (Reuters) - Il dimezzamento dell'evasione fiscale e contributiva in Italia porterebbe a un 3,1% di maggiore Pil e a un aumento di 335.000 occupati, secondo le stime elaborate dal Centro studi di Confindustria (Csc).

Nel report Scenari economici presentato oggi, il Csc stima che nel 2015 l'evasione ammonti a 122,2 miliardi di euro.

"L'evasione fiscale e contributiva blocca lo sviluppo economico e civile del Paese perché penalizza l'equità, distorce la concorrenza, viola il patto sociale, peggiora il rapporto tra cittadini e Stato e riduce la solidarietà", spiega il Csc.

(Antonella Cinelli)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia