13 novembre 2015 / 11:31 / tra 2 anni

PUNTO 2-Italia, Pil delude in trim3, target 2015 governo a rischio

* Espansione economia frena a 0,2% t/t da 0,3% trim2, attese +0,3%

* Capoeconomista Tesoro conferma target +0,9% su 2015

* Renzi: ottimista su revisione al rialzo trim3 in dati definitivi

* Segnali debolezza export tratto comune con partner zona euro

* De Novellis (Ref): al netto effetto Expo economia è rimasta ferma (Aggiorna con commenti Renzi, Barbieri)

di Elvira Pollina

MILANO/ROMA, 13 novembre (Reuters) - Sorprende in negativo la lettura del Pil italiano, che nel terzo trimestre non è riuscito a tenere il pur debole passo dei tre mesi precedenti e quello modesto dei principali partner europei.

Un campanello di allarme per il governo, che ritiene comunque ancora raggiungibile il target di crescita (+0,9%), attualmente a rischio, secondo il giudizio di diversi analisti.

Secondo i dati preliminari diffusi stamane da Istat, l‘economia è cresciuta dello 0,2% su base trimestrale e dello 0,9% su anno, mentre la mediana delle attese degli economisti prospettava un‘espansione congiunturale dello 0,3% e una crescita tendenziale di 1%.

Nei tre mesi precedenti il Pil italiano ha mostrato una crescita dello 0,3% su trimestre e dello 0,7% su anno.

L‘intero blocco della valuta unica tra luglio e settembre ha segnato una crescita congiunturale dello 0,3% dallo 0,4% dei tre mesi precedenti.

Numeri in ogni caso stentati che, insieme a quelli rasoterra dell‘inflazione, fanno ben comprendere perchè la Banca centrale europea sia pronta ad aumentare la portata dello stimolo monetario già a dicembre.

Tornando all‘Italia, la crescita acquisita nel 2015 è dello 0,6%, rileva Istat. A detta degli economisti la stima di del governo per quest‘anno potrebbe rivelarsi ottimistica.

“Sull‘intero anno, la previsione di +0,9% del governo ci sembra ben difficile da raggiungere. Noi avevamo già una stima di +0,8%, che implicherebbe un‘accelerazione nel quarto trimestre a +0,4%, al momento la teniamo ma con qualche rischio al ribasso”, argomenta Paolo Mameli, economista di Intesa Sanpaolo.

Il capoeconomista del Tesoro Riccardo Barbieri, intervistato da Reuters, ha assicurato che la crescita di 0,9% è ancora raggiungibile, e che ci sono buone possibilità il dato definitivo, in agenda il 15 dicembre, risulti migliore del preliminare. Si dice ottimista rispetto a una revisione al rialzo del terzo trimestre anche il premier Matteo Renzi, che definisce il dato comunque positivo.

D‘altra parte, l‘odierna lettura del Pil italiano acquisisce una nota più negativa se si considera che nel trimestre estivo l‘economia ha beneficiato dell‘effetto dell‘Esposizione universale di Milano, iniziata a maggio e proseguita fino alla fine di ottobre.

“Al netto dell‘Expo, che è comunque un fattore estemporaneo, l‘economia non si è praticamente mossa”, sottolinea Fedele De Novellis di Ref.

In attesa della pubblicazione dello spaccato delle componenti, Istat ha anticipato come agricoltura, industria e servizi abbiano aumentato il loro valore aggiunto.

“La debolezza mostrata nel trimestre estivo dalla produzione industriale non è stata compensata da una performance più robusta dei servizi, come invece noi ci aspettavamo”, sottolinea Loredana Federico di UniCredit.

La domanda interna al lordo delle scorte ha dato un contributo positivo, al contrario della componente estera netta, ha inoltre reso noto l‘istituto di Statistica.

Allargando lo sguardo ai principali partner europei, i numeri relativi al Pil del terzo di trimestre di Francia e Germania segnalano come Parigi e Berlino si siano mosse in linea, crescendo entrambe dello 0,3%.

Il tratto comune sembra proprio essere l‘apporto più significativo della domanda interna a dispetto di un export claudicante, che risente della frenata dei Paesi emergenti, Cina in testa.

- hanno collaborato Antonella Cinelli e Gavin Jones da Roma, Sabina Suzzi e Luca Trogni da Milano

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below