Cina, inflazione settembre sotto attese, prezzi produzione ancora giù

mercoledì 14 ottobre 2015 08:33
 

PECHINO, 14 ottobre (Reuters) - Inflazione sotto le attese in Cina nel mese di settembre e prezzi alla produzione che proseguono la fase discendente, giunta ormai al 43esimo mese consecutivo, alimentando i timori deflazionistici sulla seconda economia mondiale.

Secondo i dati diffusi dall'ufficio nazionale di statistica cinese, l'indice dei prezzi al consumo è salito dell'1,6% tendenziale in settembre, meno del 2% del mese precedente e meno dell'1,8% stimato dagli economisti.

Un ulteriore segnale di debolezza della domanda è giunto dall'indice Cpi depurato della componente alimentare, cresciuto ancora meno in settembre, con un +1%.

L'indice dei prezzi alla produzione ha registrato invece una contrazione di 5,9% annuo, in linea con le attese e con il dato di agosto, peraltro la flessione più consistente dalla crisi finanziaria del 2009.

"Nel complesso il Ppi ancora debole evidenzia il grosso problema di sovracapacità e la debole domanda interna per investimenti" commentano gli economisti di Nomura. "Viste le prospettive di crescita poco brillanti, continuiamo ad attenderci un moderato stimolo fiscale dal governo centrale e un persistente supporto monetario".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia