Italia, S&P alza stime Pil, ma crescita resta sotto media zona euro

mercoledì 1 luglio 2015 11:55
 

* S&P porta stima crescita 2015 a +0,5% da +0,4%

* Previsione Pil 2016 a +1% da +0,9%

* Inflazione attesa a 0,3% in 2015, 0,9% in 2016

* Disoccupazione vista a 12,6% in 2015, 12,4% in 2016

MILANO, 1 luglio (Reuters) - L'agenzia di rating Standard & Poor's ha ritoccato verso l'alto le stime sul Pil italiano di quest'anno e del prossimo, sottolineando tuttavia che la crescita del Paese si conferma sotto la media della zona euro.

In un report pubblicato oggi, dedicato alle prospettive economiche della zona euro, S&P indica il Pil in crescita dello 0,5% nel 2015, dell'1% nel 2016 e dell'1,2% nel 2017, grazie alla "modesta ripresa dei consumi" e al "rafforzamento dell'export".

Le precedenti stime di S&P davano un 0,4% quest'anno e 0,9% il prossimo.

"Gli indici Pmi di maggio confermano che il settore manifatturiero si trova in un trend positivo, specialmente in Spagna, Paesi Bassi, Italia e Germania" scrive S&P, che definisce inoltre "cruciale" la ripresa degli investimenti.

L'agenzia nota tuttavia che "sebbene il 2015 segnerà la fine di tre anni e mezzo di recessione nell'economia della penisola, questi tassi di crescita appaiono ancora inferiori alla media della zona euro".   Continua...

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Italia, S&P alza stime Pil, ma crescita resta sotto media zona euro | Notizie | Macroeconomia | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,330.42
    +1.02%
  • FTSE Italia All-Share Index
    22,413.97
    +0.91%
  • Euronext 100
    974.25
    +0.00%