Spagna, Pil tornerà a livelli pre-crisi per fine 2016 - De Guindos

mercoledì 24 giugno 2015 13:53
 

MADRID, 24 giugno (Reuters) - L'economia spagnola è cresciuta di circa il 4% nella prima metà dell'anno ed è avviata a ritornare ai livelli pre-crisi per la fine del 2016. Lo afferma il ministro dell'Economia spagnolo Luis de Guindos.

La Spagna ha perso 8 punti di Pil tra il primo trimestre del 2008 e il secondo trimestre del 2013, quando ha iniziato a riemergere da una lunga recessione e l'economia - unita all'ampiezza dalla ripresa - sarà un campo di battaglia cruciale in vista delle elezioni politiche del prossimo novembre.

In un'audizione parlamentare, de Guindos ha detto di aspettarsi per il trimestre aprile-giugno una crescita superiore allo 0,9% registrato nel primo trimestre. "Questo significa che nella prima metà di quest'anno l'economia sarà cresciuta di circa il 4%", ha aggiunto il ministro, riferendosi al tasso annualizzato.

"Dalla metà del 2013 e fino al secondo trimestre abbiamo recuperato circa 4,5 punti percentuali di Pil e per la fine di quest'anno, se le cose restano come sono, avremo recuperato quanto perso dall'inizio della crisi".

Il governo ad aprile ha portato al 2,9% la stima di crescita del Pil per quest'anno.

Il ritorno alla crescita di Madrid offre supporto alla ricetta tedesca improntata al rigore finanziario, la stessa che i creditori internazionale stanno chiedendo alla Grecia di seguire per ottenere nuovi aiuti.

Grecia e Spagna condividono tuttavia un tasso di disoccupazione altissimo. In Spagna la percentuale dei senza lavoro sfiora il 25%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia