Italia, Ref conferma stima Pil 2015 a +0,7%, vede +1,1% in 2016

martedì 28 aprile 2015 10:58
 

MILANO, 28 aprile (Reuters) - L'Italia concluderà l'anno con una crescita dell'economia dello 0,7%, un deficit/pil in calo al 2,8% e un debito/pil in leggero rialzo al 132,7%.

Le nuove previsioni di Ref confermano, salvo lievi ritocchi, il quadro tratteggiato dal centro studi lo scorso gennaio.

In questo quadro di timido miglioramemto "il compito della politica economica italiana per i prossimi mesi non sta tanto nell'attuare le misure idonee a garantire gli obiettivi, ma piuttosto nel trovare il modo per non attuarle" commenta Ref.

"Si tratta cioè di lasciare che questi primi timidi germogli di ripresa attecchiscano senza ulteriori pressioni al ribasso sulla domanda legate a nuove misure di risanamento della finanza pubblica".

Secondo il centro studi l'effetto della discesa dei tassi d'interesse libera risorse, ma potrebbe non bastare per farci centrare gli obiettivi senza ulteriori interventi, già dal 2016.

Per il prossimo anno la crescita del Pil dovrebbe salire all'1,1%, il deficit calare al 2,3% e il debito al 132,2% del Pil.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia