PUNTO 2-Italia, Dbrs alza outlook a stabile da negativo, conferma A(low)

venerdì 27 marzo 2015 19:52
 

(Aggiunge dettagli, commenti analista Dbrs)

MILANO, 27 marzo (Reuters) - Dbrs ha migliorato il trend, ovvero l'outlook, sul rating sovrano dell'Italia a 'stabile' da 'negativo', confermando la valutazione A(low).

Ora tutte quattro le agenzie seguite dalla Bce (S&P, Moody's, Fitch e Dbrs) hanno un outlook stabile sul rating italiano, in una sorta di punto finale della lunga fase di discesa del merito creditizio del Paese innescata dalla crisi finanziaria.

"Ci sono miglioramenti marginali su diverse aree, che però presi collettivamente ci permettono di alzare il trend" afferma a Reuters Giacomo Barisone, responsabile rating sovrano dell'Italia di Dbrs.

Il comunicato Dbrs spiega che la stabilizzazione dell'outlook riflette tre fattori: il "robusto" profilo di sostenibilità del debito, favorito dai bassi costi di finanziamento e dalle misure espansive dalla Bce; i "progressi" fatti dal governo nella realizzazione di un'ampia agenda di riforme strutturali; il recente "rafforzamento" dal punto di vista del capitale del settore bancario.

SFORZO GOVERNO PIÙ INCISIVO

"Con tutti i caveat sui tempi lunghi di implementazione, ora ci sono segnali tangibili come il Jobs act o altri interventi, ad esempio la riforma elettorale e le riforme costituzionali o le iniziative per migliorare l'accesso al credito delle Pmi: riconosciamo come lo sforzo da parte del governo sia più incisivo", afferma Barisone.

Barisone spiega poi che "a seguito degli Aqr, come previsto, le banche italiane hanno compiuto uno sforzo notevole di rafforzamento del capitale". Ma avverte che "resta il problema dello stock di sofferenze, che è ancora elevato e che ci aspettiamo si stabilizzi solo lentamente", pur riconoscendo che "il governo sta cercando di trovare una risposta sistemica al problema, c'è sicuramente una maggiore determinazione ad affrontarlo".   Continua...