SINTESI - Toni Bce espansivi ma non troppo, mercati finanziari freddi

giovedì 2 ottobre 2014 17:17
 

* Non entusiasmano dettagli programma acquisto covered bond e Abs

* Quadro macro ancora peggiorato ma estrema cautela su 'qe'

* Bce non ha più spazio intervento su tassi

* Borse a picco, toni Draghi meno espansivi del previsto

MILANO, 2 ottobre (Reuters) - Il copione non è quello degli ultimi mesi e questa volta Mario Draghi non riesce a infiammare i mercati finanziari, piuttosto il contrario.

L'intonazione del presidente Bce dal palcoscenico napoletano appare evidentemente meno espansiva del previsto, spingendo al ribasso i listini di borsa e gonfiando di converso i rendimenti sui titoli di Stato, periferici in testa.

Posto che dai dettagli - peraltro piuttosto tecnici - sul programma di acquisto di cartolarizzazioni e obbligazioni bancarie garantite non arrivano grandi spunti, la vera doccia fredda per gli investitori sembra l'assenza di ulteriori aperture su un vero e proprio 'quantitative easing' che abbia oggetti i governativi.

Mentre sul piano politico ferve più che mai il dibattito sulla necessità di coniugare la disciplina di bilancio alle misure di rilancio di una crescita che non c'è, il banchiere centrale decide oggi di non uscire dal personaggio.

"Man mano che le misure finora varate dalla Bce arrivano a riflettersi sull'economia contribuiranno a far tornare l'inflazione su livelli più vicini al nostro obiettivo" spiega.   Continua...