Usa, Fmi taglia stime crescita Pil a 1,7% in 2014

mercoledì 23 luglio 2014 17:49
 

WASHINGTON, 23 luglio (Reuters) - Il Fondo monetario internazionale ha tagliato la stima di crescita dell'economia Usa per quest'anno, a causa della debolezza riscontrata nel primo trimestre.

Il Fmi ritiene che il Pil statunitense crescerà dell'1,7%, contro una previsione di crescita pari al 2%, risalente appena al mese scorso.

Le nuove stime sono contenute nel rapporto annuale Chapter IV, che prende in esame lo stato di salute delle economie dei Paesi membri.

Il Pil statunitense si è contratto del 2,9% su base annua nei primi tre mesi del 2014, a causa della debolezza del mercato immobiliare, un rallentamento dell'attività di ricostituzione delle scorte da parte delle aziende e una riduzione delle esportazioni. Si è trattato del declino più marcato in cinque anni.

Secondo il Fmi l'economia statunitnese dovrebbe crescere a un ritmo tra il 3% e il 3,5% nel resto di quest'anno. Nel 2015 l'incremento del Pil, nelle stime dell'organismo di Washington, sarà del 3%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia