SINTESI - Bce, nuovo calendario consigli per minore volatilità mercati

giovedì 3 luglio 2014 17:30
 

* nuovo calendario in vigore da 2015: consiglio ogni sei settimane e pubblicazione verbali

* Bce preferisce mercati non si muovano tanto di frequente

* compito Bce tutt'altro che esaurito, se cambia valutazione su prezzi pronta a 'qe'

* tassi fermi e ribadita 'forward guidance'; condizioni nuove operazioni 'tltro'

MILANO, 3 luglio (Reuters) - Riunioni del consiglio non più ogni quattro ma ogni sei settimane e soprattutto diffusione dei verbali del dibattito sui tassi, come è prassi per Federal Reserve, Banca d'Inghilterra e Banca del Giappone.

Queste le novità che la Banca centrale europea si appresta a introdurre da gennaio dell'anno prossimo, quando ai diciotto Paesi della zona euro si aggiungerà la Lituania.

Entrambe da qualche tempo ventilate ma non certo scontate come esito del consiglio odierno, le innovazioni illustrate da Mario Draghi alla stampa nascono con l'intento di ridurre la volatilità generata sui mercati dalle aspettative stesse di intervento - o non intervento - della banca centrale.

Tassi dunque confermati dopo l'ultimo pacchetto di misure espansive del mese scorso, come ampiamente previsto , ma immagine almeno in parte rinnovata per un'Eurotower il cui ruolo, garantisce Draghi, è tutt'altro che esaurito.

Il quadro delle condizioni macro sulla zona euro è forse ancora più sintetico del consueto: rischi al ribasso sulla crescita, inflazione anemica in graduale ripresa soltanto dall'anno prossimo e un livello del cambio che può pericolosamente compromettere proprio le prospettive sui prezzi.   Continua...