Italia, Pmi servizi maggio sale a 51,6 da 51,1 aprile, stime per 51,5

mercoledì 4 giugno 2014 09:46
 

MILANO, 4 giugno (Reuters) - Il comparto servizi italiano è cresciuto in maggio per il secondo mese consecutivo, spinto da un miglioramento dei nuovi ordini e dalla prima espansione in un anno degli ordini inevasi. Lo mostra l'indice Pmi (Purchasing Managers' Index), elaborato da Markit/Adaci sulla base di un'indagine tra i direttori acquisti.

Termometro di un settore che copre un insieme di attività piuttosto variegato, che comprende la ristorazione, i servizi bancari e le attività alberghiere, l'indice è salito a 51,6 dal 51,1 di aprile, in linea con le attese. Un sondaggio condotto da Reuters presso alcuni analisti indicava infatti un 51,5.

L'indice è rimbalzato sopra i 50 punti, discrimine fra espansione e contrazione, dopo il calo di marzo, ma resta al di sotto del massimo dei 35 mesi toccato a febbraio a 52,9.

Il sotto indice dei nuovi ordini è salito a 52,9 da 51,5 di aprile e un altro sotto indice indica un accumulo degli ordini inevasi per la prima volta in 39 mesi, sottolinea Markit.

L'indice composito, sintesi dei Pmi manifatturiero e Pmi servizi, ha raggiunto in maggio 52,7 da 52,6 di aprile.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia