Usa, Pil preliminare trim1 +0,1%, sotto attese, pesa inverno rigido

mercoledì 30 aprile 2014 15:13
 

WASHINGTON, 30 aprile (Reuters) - Economia Usa praticamente ferma nel primo trimestre del 2014 a causa della discesa dell'export e del rallentamento del processo di accumulazione delle scorte da parte delle aziende.

La prima lettura del Pil Usa del primo trimestre si è attestata ad un tasso annualizzato dello 0,1%, secondo quanto comunicato dal dipartimento del Commercio, dopo il +2,6% del quarto trimestre 2013.

Le attese degli economisti, elaborate in un sondaggio Reuters, erano per un rallentamento della crescita limitato ad un +1,2%.

Alla frenata degli Stati Uniti hanno contribuito le condizioni atmosferiche particolarmente difficili dell'ultimo inverno, che hanno rallentato l'attività in diversi settori con un impatto sulla crescita del trimestre valutato degli economisti in 1,4 punti percentuali di Pil.

Nel corso dei primi tre mesi dell'anno l'export Usa si è contratto del 7,6% (dopo il +9,5% dei tre mesi finali del 2013) mentre le scorte accumulate dalle imprese sono ammontate a poco più di 87 miliardi di dollari, la cifra più bassa dal secondo trimestre dell'anno scorso.

Gli economisti ritengono che i dati odierni siano destinati a rimanere isolati, confortati dagli ultimi indicatori che hanno segnalato un rafforzamento della crescita già alla fine del trimestre. Tuttavia tali numeri potrebbero complicare il compito della Fed, che oggi riunisce il proprio comitato di politica monetaria e che questa sera - secondo le attese - dovrebbe annunciare un'ulteriore riduzione dell'importo mensile di acquisti di asset del proprio programma di quantitative easing.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia   Continua...