Giappone vara manovra aggiuntiva da 53,3 mld dlr

giovedì 12 dicembre 2013 12:41
 

TOKYO, 12 dicembre (Reuters) - Il governo del primo ministro giapponese Shinzo Abe ha approvato oggi una manovra aggiuntiva di 5.460 miliardi di yen, pari a 53,3 miliardi dollari, per l'anno fiscale in corso per finanziare le misure di stimolo annunciate la scorsa settimana.

La nuova manovra, che fa seguito a quella da 1.300 miliardi di yen varata lo scorso gennaio per stimolare l'economia, porterà la spesa pubblica per l'anno fiscale 2013/14, che termina il prossimo marzo, a circa 98.100 miliardi di yen.

Ciò si confronta con i 100.500 miliardi stanziati l'anno precedente.

La spesa pubblica del Giappone resta espansiva e per Abe nasce la necessità di trovare un equilibrio tra rilancio della crescita economica a breve termine e contenimento dell'enorme debito pubblico.

L'attenzione passa ora alla bozza di bilancio annuale per il prossimo anno fiscale che partirà ad aprile, che dovrebbe essere compilata il 24 dicembre.

"Il nostro obiettivo principale è da una parte la ricostruzione delle finanze pubbliche, dall'altra il rilancio dell'economia. I paesi OCSE e del G20 si stanno muovendo in questa direzione" ha detto il ministro delle Finanze Taro Aso.

Il governo non ha bisogno di emettere altro debito per finanziare la nuova manovra perché utilizzerà le entrate provenienti sia dal gettito fiscale dell'anno in corso atteso maggiore del previsto, sia dalla vendita di una parte delle sue azioni in Nippon Telegraph and Telephone Corp.

Tokyo ha intenzione di aumentare l'imposta sulle vendite a partire dal prossimo aprile, portandola all'8% dall'attuale 5%, per poi alzarla al 10% nell'ottobre 2015.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia