Italia, attività manifattura rallenta espansione a settembre - Pmi

martedì 1 ottobre 2013 09:43
 

ROMA, 1 ottobre (Reuters) - L'attività manifatturiera italiana a settembre ha registrato un'espansione per il terzo mese consecutivo grazie all'aumento di nuovi ordini e produzione, ma il ritmo della crescita è stato più lento rispetto al mese precedente.

L'indice Pmi a cura di Markit/Adaci a settembre si è attestato a 50,8 da 51,3 di agosto, appena sotto le previsioni di un sondaggio Reuters che confluivano su una lettura di 51,0, restando comunque sopra la soglia di 50,0 che separa la crescita dalla contrazione.

Il settore manifatturiero rappresenta circa il 19% del prodotto economico italiano, secondo i dati Istat.

Dall'indagine emergono nuovi segnali che la terza economia della zona euro potrebbe risollevarsi presto dalla lunga recessione iniziata a metà 2011, ma la ripresa si profila lenta e fragile.

I livelli di produzione a settembre sono aumentati per il quarto mese di fila - emerge dall'indagine - ma il relativo sotto-indice è di nuovo arretrato verso lo spartiacque dei 50 punti, segnando un valore di 52,9 dopo il massimo dei 28 mesi registrato ad agosto di 54,4.

I nuovi ordini hanno segnato una crescita per il terzo mese consecutivo, ma anche in questo caso il ritmo è stato significativamente più lento rispetto al mese precedente.

L'Italia ha registrato otto trimestri consecutivi di contrazione economica e in termini indicizzati all'inflazione l'economia è adesso inferiore a come era a fine 2001.

Nonostante la graduale ripresa dell'occupazione, l'indagine Pmi mostra per settembre una nuova perdita di posti di lavoro nella manifattura - il ventiseiesimo mese di fila - a un passo leggermente più lento che ad agosto.

Il tasso di disoccupazione italiano - al 12% a luglio - è leggermente migliorato rispetto ai massimi record di maggio ma la disoccupazione giovanile continua a salire attestandosi intorno al 40%.   Continua...