Usa, Pil accelera oltre attese nel secondo trimestre

giovedì 29 agosto 2013 15:11
 

WASHINGTON, 29 agosto (Reuters) - L'economia statunitense ha registrato un aumento più rapido delle attese nel secondo trimestre grazie al miglioramento delle esportazioni, rafforzando la prospettiva che la Federal Reserve possa concludere il suo programma di stimolo.

Il Prodotto interno lordo è cresciuto a un tasso annuale del 2,5%, secondo le stime riviste per il periodo, diffuse oggi dal dipartimento del Commercio. Il tasso di crescita trimestrale è stato oltre il doppio rispetto a quello registrato nei precedenti tre mesi.

Il dato è destinato a far pensare che l'economia sia a un punto si svolta nonostante le misure di austerity del governo. Tuttavia, è probabile che occorra attendere ancora del tempo per una completa ripresa dalla recessione del 2007-09 dato che il tasso di disoccupazione statunitense resta ancora alto, al 7,4%.

In un primo momento il governo aveva stimato che il Pil sarebbe cresciuto dell'1,7% nel secondo trimestre. Ma i recenti dati sul commercio hanno rilevato che le esportazioni sono aumentate nel periodo al ritmo più rapido di oltre due anni.

Gli economisti interpellati da Reuters avevano previsto una crescita dell'economia al 2,2%.

Secondo molti esperti, l'economia crescerà ancora nella seconda metà dell'anno dato che le misure di austerity iniziano a pesare meno sulla produzione nazionale.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia