Francia alleggerisca rigore conti in 2014 per favorire ripresa - Fmi

lunedì 5 agosto 2013 17:25
 

WASHINGTON, 5 agosto (Reuters) - Sarebbe opportuno che Parigi frenasse il prossimo anno le misure di aggiustamento dei conti pubblici in modo da salvaguardare i timidi segnali di ritorno alla crescita. Lo scrive l'ultimo rapporto monografico del Fondo monetario internazionale, secondo cui il tasso di disoccupazione nella seconda economia della zona euro è destinato comunque a crescere sia quest'anno sia il prossimo.

L'organizzazione basata a Washington mantiene inoltre la stima di una contrazione del prodotto interno lordo francese pari a 0,2% quest'anno, a dispetto dei segnali di ripresa evidenziati dagli indicatori sul secondo semestre.

La proiezione sul Pil 2014 è invece di un'espansione di 0,8%.

"Il ritmo dell'aggiustamento dovrebbe procedere nel 2014 più gradualmente di quanto prevedano gli attuali programmi del governo in modo da favorire la ripresa, i provvedimenti andrebbero inoltre riequilibrati favorendo il contenimento della spesa" si legge nel rapporto del Fondo.

Rispetto agli obiettivi di Parigi, che ipotizza per l'anno prossimo due terzi del taglio al deficit grazie al taglio della spesa e il rimanente terzo grazie a entrate aggiuntive, il Fondo chiede di mantenere soltanto la parte relativa ai tagli della spesa.

Grazie alla nuova politica di sussidi pubblici, l'Eliseo prevede di riuscire a rilanciare il mercato del lavoro. Decisamente meno ottimista il Fondo, che ha sul tasso di disoccupazione francese una stima di 11,2% quest'anno e 11,6% il prossimo rispetto a 10,2% del 2012.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia