Zona euro, Pmi flash luglio supera attese, indica crescita in trim3

mercoledì 24 luglio 2013 10:21
 

LONDRA, 24 luglio (Reuters) - Il settore privato della zona euro evidenzia un inatteso ritorno all'espansione nel mese di luglio, mostrando il primo aumento della produzione da ben oltre un anno da parte delle imprese del settore, manifattura in testa.

A cura di Markit, l'indagine Pmi secondo la stima flash relativa al mese in corso, basata su un sondaggio presso i direttori acquisto della aziende manifatturiere e dei servizi, balza a livello di indice composito a 50,4 - massimo degli ultimi 18 mesi - rispetto al 48,7 di giugno.

Si tratta di un risultato migliore della più elevata tra le singole stime raccolte da Reuters e della prima risalita oltre la soglia chiave dei 50 punti da gennaio 2012.

"Un quadro davvero incoraggiante, fondato su un miglioramento ad ampio raggio. A fare da traino è la Germania seguita dalla Francia, ma anche a livello di paesi periferici vediamo un ritorno alla crescita nel comparto manifattura" spiega Chris Williamson, economista capo Markit.

A parere dell'analista i numeri odierni corrisponderebbero a un prodotto interno lordo in crescita di 0,1% nel terzo trimestre, stima identica a quella dell'ultimo sondaggio Reuters.

Nei tre mesi al 30 giugno scorso la performance economica dei diciassette paesi euro dovrebbe invece evidenziare stagnazione dopo la prolungata fase recessiva iniziata a fine 2011.

Tornando al risultato di luglio, l'indice flash sul settore manifattura passa a 50,1 da 48,8 di giugno, anche in questo caso superando la stima più alta delle attese raccolte da Reuters, mentre la voce servizi migliora a 49,6, record da gennaio 2012, da 48,3 di giugno.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia