Cina, indice Pmi-Hsbc manifatturiero a minimi da 11 mesi in luglio

mercoledì 24 luglio 2013 08:09
 

PECHINO, 24 luglio (Reuters) - Si contrae con forza ancora maggiore nel mese in corso il settore manifatturiero cinese, su cui pesa la debolezza degli ordini.

È quanto emerge dalla rilevazione preliminare dell'indice Pmi-Hsbc di luglio, sceso a 47,7 punti, ai minimi da 11 mesi, dai 48,2 di giugno. Si tratta della terza lettura consecutiva sotto quota 50 punti, che separa le rilevazioni di crescita da quelle di contrazione del settore.

Il sotto indice relativo all'occupazione nel settore manifatturiero mostra a sua volta un calo a 47,3 punti, il livello più basso dal marzo 2009. In questo caso il dato si trova sotto la soglia dei 50 punti per il quarto mese consecutivo.

"La discesa dell'indice suggerisce un rallentamento protratto nel settore manifatturiero a causa di un flusso più debole degli ordini e ad una più rapida riduzione delle scorte" spiega il capo economista per la Cina di Hsbc Hongbin Qu. "Questo mette ulteriore pressione sul mercato del lavoro".

Tra aprile e giugno di quest'anno il Pil cinese è cresciuto del 7,5% annuo, facendo segnare il nono trimestre di rallentamento economico negli ultimi dieci.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia