Cina, inflazione giugno supera attese, frenano prezzi produzione

martedì 9 luglio 2013 08:07
 

PECHINO, 9 luglio (Reuters) - I prezzi al consumo cinesi di giugno mostrano una crescita annua pari a 2,9%, di due decimi superiore alle attese, dopo il 2,1% di maggio.

Lo dicono i dati mensili a cura dell'istituto di statistica nazionale, mettendo in relazione l'accelerazione tendenziale soprattutto a un effetto base.

Sempre a giugno, prosegue invece per il sedicesimo mese consecutivo la tendenza al raffreddamento dei prezzi alla produzione, con un calo tendenziale di 2,7% in perfetta linea con il consensus dopo la caduta di 2,9% di maggio.

Sempre più problematico appare dunque il compito della banca centrale, alle prese con pressioni al rialzo sull'inflazione pur in un clima di rallentamento della crescita. Ipotesi più probabile, dicono gli analisti, quella di nessuna stretta sui tassi almeno fino a fine anno.

"Riteniamo improbabile che i numeri di inflazione alterino il percorso dei tassi e l'orientamento di politica monetaria della banca centrale, che non dovrebbe intervenire fino a fine anno" commenta Li Wei, economista per Standard Chartered Bank a Shanghai.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia