PUNTO 1- Pmi zona euro marzo sotto stime, verso calo trim1 0,3%

giovedì 21 marzo 2013 11:49
 

(unisce take precedenti, aggiunge dettagli)

LONDRA, 21 marzo (Reuters) - Segnali unanimente negativi per l'economia europea dalle stime flash degli indici Pmi di marzo. Nell'intera zona euro ci si allontana ancor di più dalla soglia 50 che separa contrazione da espansione. I valori relativi alla Francia si inabissano e fanno pronosticare un'entrata del paese in recessione con un valore negativo del Pil anche nel primo trimestre 2013.

La Germania vede un netto calo dei valori da febbraio con l'indice manifatturiero che ritorna sotto la quota 50 dopo la fiammata a 50,3 dello scorso mese. Un indice dei servizi, ancora saldamente oltre quota 50, mantiene anche l'indice compostito oltre questa soglia.

ZONA EURO, AD APRILE QUADRO PIU' FISCO A CAUSA DI CIPRO

Secondo Markit, il curatore degli indici, l'inattesa flessione della zona euro di marzo potrebbe essere la premessa di un quadro ancora più fosco il prossimo mese dal momento che, nel frattempo, è esplosa la crisi debitoria di Cipro.

"Gli eventi che deprimono la fiducia delle imprese possano avere un effetto molto rapido sui dati e quindi ci sono buone ragioni di credere che le risposte che raccogliamo questa settimana saranno in media più negative", sottolinea Chris Williamson, capo economista di Markit.

La stima flash del Pmi composito della zona euro si attesta per marzo a 46,5 dal 47,9 di febbraio, sotto la stima mediana raccolta fra 23 economisti di un leggero aumento a 48,2. L'indice è rimasto sotto la soglia di 50 che separa la crescita dalla contrazione per tutti gli ultimi 19 mesi eccetto uno.

Per Markit i dati di oggi suggeriscono che l'economia della zona euro potrebbe contrarsi dello 0,3% nel trimestre in corso, una stima peggiore delle previsioni per un rallentamento dello 0,1% emerse in sondaggio Reuters.   Continua...