Tav, Grillo non preoccupa, ma stop avrebbe un prezzo - Moretti

venerdì 1 marzo 2013 14:02
 

MILANO, 1 marzo (Reuters) - La vittoria di Beppe Grillo alla elezioni politiche non preoccupa l'Ad delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti.

"Nessuna preoccupazione di nulla. La Torino-Lione è un'opera decisa a livello strategico 20 anni fa dai governi italiani e francesi sulla base di quella che è una spinta europea e trescende le ragioni di una singola persona", ha detto Moretti a margine del convegno Acceture sulle utility italiane.

Alla domanda che cosa accadrebbe nel caso in cui il nuovo governo bloccasse la realizzazione della linea ad alta velocità Torino-Lione, il manager ha così risposto: "I governi sono relativamente autonomni e ogni decisione che prendono naturalmente ha un suo prezzo da pagare. Se non altro perché sono state attivate anche dalla parte francese ed europea tante risorse e come tutte le cose aperte hanno delle conseguenze".

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia