10 ottobre 2012 / 10:49 / 5 anni fa

PUNTO 1-Italia, produzione agosto sale a sorpresa, cautela economisti

* Ad agosto +1,7% m/m, -5,2% a/a su stime -0,4% m/m, -10,1% a/a

* Segnali stabilizzazione attività industriale ma fragilità resta

* Dato coerente con prospettiva caduta Pil anche in trim3

di Elvira Pollina

MILANO/ROMA, 10 ottobre (Reuters) - La produzione industriale italiana ad agosto ha messo a segno un balzo inatteso, che tuttavia per gli economisti non è indicativo di un avvio della ripresa, ma più che altro di una stabilizzazione su livelli modesti dopo i picchi negativi dei mesi precedenti, in un contesto economico mondiale che resta fragile.

I numeri diffusi in mattinata da Istat hanno evidenziato un'espansione inattesa, a livello congiunturale, pari all'1,7% dopo la contrazione dello 0,1% di luglio (dato, quest'ultimo, rivisto rispetto alla lettura iniziale di -0,2%).

A livello tendenziale la flessione è stata pari al 5,2%, a fronte del calo del 7,2% del mese precedente (dato rivisto da -7,3%).

I dati si confrontano con le stime raccolte da Reuters in un sondaggio tra gli economisti, che prevedevano una contrazione dello 0,4% su base mensile e del 10,1% su base annua.

"Un rimbalzo a sorpresa, ma verso cui non bisogna avere troppe illusioni, perché probabilmente è legato a fattori stagionali. Anche l'anno scorso ad agosto, mese tradizionalmente volatile per questo dato, c'era stato un balzo verso l'alto, che le rilevazioni successive hanno completamente smentito", ricorda Paolo Mameli di Intesa SanPaolo.

"Diciamo che il dato di oggi tratteggia una stabilizzazione della produzione, a livelli molto bassi", aggiunge Mameli.

A suggerire cautela anche il fatto che sull'industria italiana grava l'incognita di un quadro economico mondiale dove si scorgono segnali di indebolimento, come ha avvertito ieri il Fondo monetario internazionale.

La previsione di una contrazione della produzione nel terzo trimestre, dunque, viene confermata.

"Anche se in settembre si avesse solo una stabilizzazione, l'allentamento sarebbe confermato. È ancora presto per dire se la nostra stima di contrazione del Pil dello 0,6% per il terzo trimestre ha margini per essere migliorata", commenta Chiara Corsa, economista di Unicredit.

-- hanno collaborato Andrea Mandalà, Giulio Piovaccari, Roberto Landucci Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below