Francia, flessione settore servizi più marcata in settembre-Pmi

mercoledì 3 ottobre 2012 10:23
 

PARIGI, 3 ottobre (Reuters) - Contrazione ancora più ampia in settembre per l'attività del settore servizi francese, un dato che suggerisce come anche la seconda economia europea possa essersi aggiunta al gruppo di peasi dell'area attualmente in recessione.

L'indice Pmi servizi francese si attesta nella lettura finale di settembre a 45,0 punti dai 49,2 del mese precedente, al di sotto dei 46,1 della stima flash.

La soglia dei 50 punti segna il confine tra rilevazioni di espansione e quelle di contrazione del settore.

L'economia francese è rimasta in stagnazione lungo gli ultimi tre trimestri, mentre è risultato in costante crescita il numero dei posti di lavoro persi, fino a superare in agosto i 3 milioni di richieste di sussidio di disoccupazione, il livello più alto da 13 anni.

"I deboli dati dai Pmi suggeriscono come sia altamente improbabile che il pil francese sia riuscito ad evitare il declino nel terzo trimestre" spiega Jack Kennedy, economista di Markit, la società che elabora il rapporto. "Le notizie deludenti sull'attività economica sono state accompagnate da un'accelerazione del taglio dei posti di lavoro, che lascia presagire un ulteriore indebolimento del mercato del lavoro".

L'indice Pmi composito francese (servizi più manifattura) si è attestato in settembre su una lettura finale di 43,2 punti, dai 48,0 di agosto e dai 44,1 della stima flash.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia